Etichetta sui pneumatici


Dal 1˚ agosto 2014 tutti i pneumatici per autovetture, autocarri leggeri e pesanti venduti in Svizzera devono recare un contrassegno, la cosiddetta etichetta del pneumatico.

Cosa indica l’etichetta?
L’etichetta corrisponde all’etichetta energetica già nota in Svizzera e nell’UE per le vetture da diporto, gli elettrodomestici e le lampade, che classifica gli apparecchi o le automobili in categorie di efficienza energetica da A a G.

L’etichettatura dei pneumatici li classifica secondo 3 criteri: efficienza nel consumo di carburante, aderenza su bagnato e rumore esterno da rotolamento.



Aderenza sul bagnato
Le prestazioni in frenata su fondo bagnato sono un fattore essenziale per la sicurezza.
A fino a G, le classificazioni D e G non sono utilizzate
Per classe: 3-6 m differenza di tratto di frenata (Velocita di riferimento 80 km/h)

Risparmio di carburante
Riducendo la resistenza al rotolamento si utilizza una quantità minore di carburante e di conseguenza si riducono le emissioni di CO2.
A (verde) fino a G (rosso), la classificazione D non è utilizzata
Per classe: +/– 0,1 l su 100 km

Rumorosità
La rumorosità esterna generata dal pneumatico influenza sia il comfort di guida sia l’impatto sull’ambiente circostante.
Da 1 fino a 3 livelli,
misurazione in dB

Scopo dell’etichettatura
Lo scopo è quello di aumentare la sicurezza e l’efficienza ambientale ed economica del trasporto su strada attraverso la promozione di pneumatici sicuri, che favoriscano l’efficienza nei consumi e con bassi livelli di rumorosità. L’etichettatura dei pneumatici consentirà agli utenti della strada di fare scelte più consapevoli quando acquisteranno i pneumatici prendendo in considerazione gli aspetti della sicurezza, del consumo di carburante e del rumore, insieme agli altri fattori normalmente considerati nel processo di acquisto.

» FAQ Etichettatura dei pneumatici

» Opuscolo informativo Etichetta sui pneumatici